Orchids of Italy

 

The Official Page of the
Italian Group for the Research on
Wild Orchids

     

 
 
 

Epidendroideae

Limodorinae

Genus:

Epipactis

 

Sectio:

Euepipactis

Leptochilae

 

Species:

E. greuteri

 

 

Subsect. Leptochilae (gruppo E. greuteri?)

caratt. comuni:

- denticolatura poco visibile sui bordi fogliari;

- pedicello mai con base rossastra;

- base dell'epichilo con gibbe poco evidenti.

caratt. divergenti:

- pubescenza sulla parte superiore del fusto;

- riprod. allogama.

Epipactis aspromontana Bartolo, Pulv. & Robatsch 1996

 

 

Sin.: E. leptochila subsp. aspromontana (Bartolo, Pulv. & Robatsch) Kreutz; E. helleborine subsp. aspromontana (Bartolo, Pulv. & Robatsch) H. Baumann & R. Lorenz; E. greuteri subsp. aspromontana (Bartolo, Pulv. & Robatsch) P. Delforge

 

(Elleborina dell'Aspromonte)

2n = 38

 

Etimologia: dal massiccio calabro dell'Aspromonte, dove Ŕ stata descritta.

 

Distribuzione: segnalata, oltre che nell'Aspromonte, nel Gargano (Puglia).

 

Habitat: faggete ombrose, da 1100 a 1400 m di quota.

 

Fioritura: VII-VIII.

 

Caratteri essenziali

Rizoma ramificato, di solito con gruppi di fusti robusti, pubescenti nella parte superiore, alti 30-60 cm.

4-10 foglie, le inferiori guainanti, le mediane ovato-lanceolate, le superiori strett. lanceolate, come le brattee.

Infiorescenza densa e allungata (circa metÓ del fusto), con fiori medio-grandi, di solito aperti, verde-olivastri o con toni rosei-violacei.

Sepali verdastri acuti e carenati, petali bianco-rosati.

Ipochilo da verde-giallastro a bruno-rossastro all'interno.

Epichilo lungo come largo, rosato con bordi verdi, con protuberanze basali rugose.

Antera brev. peduncolata, clinandrio sviluppato e rostello funzionale, pollinii coerenti, poi pulverulenti a fine fioritura.

Ovario lungo, finemente pubescente, pedicello poco allungato (fino 5 mm).

 

Osservazioni

EntitÓ di difficile inquadramento, apparentata a seconda degli Autori a E. helleborine, E. leptochila o E. greuteri. L'allogamia Ŕ l'unico carattere che l'avvicina a E. helleborine, l'habitus Ŕ molto somigliante a E. greuteri, dalla quale si differenzia soprattutto per il ginostemio con clinandrio ben sviluppato e rostello efficace.

 

Aggiornamento: agosto 2010